“Felicia e le sue sorelle”

2003, n° 20 fotografie b/n cm 18×24
Gabriella Ebano conduce la sua ricerca, attraverso un sapiente uso del bianco e nero, verso l’assenza/presenza della famiglia dietro uno scatto al femminile. Ed è alla donna, alla moglie, alla madre, alla sorella o alla figlia che si concentra la sua attezione. Donne che si lasciano fotografare per ricordare non solo i loro cari parenti,vittime della mafia, ma per ricordarci anche la loro forza, il loro coraggio, il loro impegno, e nonostante il loro dolore, continuano ad essere protagoniste di una terra difficile, quale è l’attuale Sicilia.

Note biografiche

Nasce a Roma nel 1954, laureata in Lettere, è fotografa per passione da sempre e per professione dal 1989. Tra il 1987 e il 1996 vive e lavora prima a Bergamo e poi a Milano. Svolge attività di ritrattista e di fotografa di scena per il Teatro Donizetti di Bergamo.
Partecipa a corsi e seminari tenuti da Gianni Berengo Gardin, Ferdinando Scianna e Giuseppe Leone.A Bergamo dirige la galleria fotografica “Il filo di Arianna” (in collaborazione con Lanfranco Colombo, direttore de “Il Diaframma-Kodak Cultura” di Milano), esponendo mostre di giovani autori italiani e stranieri. Nel contempo inizia a tenere corsi di fotografia.
Nel 1991 organizza per il Comune di Bergamo la rassegna fotografica e di spettacoli della tradizione popolare italiana “Mille Città nella Città dei Mille”. Scrive articoli di fotografia per il quotidiano “Il giornale di Bergamo Oggi”.
Dal 1997 si trasferisce in Sicilia, terra natale del padre, dedicandosi in particolare alla fotografia sociale ed etnografica. Nel 2005 pubblica il libro “Felicia e le sue sorelle – dal secondo dopoguerra alle stragi del ’92-’93: venti storie di donne contro la mafia”, Ediesse, Roma (dal 2010 il libro è corredato da un cd con le voci delle donne intervistate e immagini relative al tema trattato). Collabora con agenzie italiane e straniere. Ha tenuto numerose mostre personali e collettive e sue foto sono pubblicate su varie riviste e quotidiani.
Conduce progetti sulla legalità nelle scuole. Insegna fotografia presso scuole pubbliche ed istituzioni private, tenendo laboratori creativi per bambini e ragazzi e corsi per adulti. Continua a svolgere attività di ritrattista e sperimenta tecniche miste tra fotografia e pittura. Attualmente vive tra la Sicilia e Roma.